Formazione

Change management, Innovazione, Forever Young, Speedy Mail, Efficacia della comunicazione, Customer Experience, Cross-cultural communication, Team building ,WOW – Why of Work Wikitraining…
Scopri di più

MANAGEMENT DEVELOPMENT / LEADERSHIP

Il Leader Straordinario, Leadership Lever, The Extraordinary Coach, The Inspiring Leader, Speed…
Scopri di più

ORGANIZATIONAL CONSULTANCY

Strategy Development, Analisi e miglioramento dei Processi, HR Strategy and Management, Welfare…
Scopri di più

Selezione e Assessment

Recruiting, Selezione, Scouting, Career Counseling e Outplacement, Temporary Manager…
Scopri di più

Assessment

Assessment Center, Original Skill, 360° Zenger Folkman…
Scopri di più

Coaching

Executive coaching.
Scopri di più

Instagram @iocapsrl
Sorry, no posts matched your criteria.

Search
TOP
PERFORMANCE MANAGEMENT: VOLO O CROCIERA? - Il feedback - Parte seconda - Iocap - People Empower Business
14651
post-template-default,single,single-post,postid-14651,single-format-standard,eltd-core-1.1.1,awake-ver-1.1,eltd-smooth-scroll,eltd-smooth-page-transitions,eltd-mimic-ajax,eltd-grid-1200,eltd-blog-installed,eltd-default-style,eltd-fade-push-text-top,eltd-header-standard,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-menu-item-first-level-bg-color,eltd-dropdown-slide-from-left,eltd-,eltd-fullscreen-search eltd-search-fade,eltd-side-menu-slide-from-right,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Blog

Iocap - People Empower Business / Spunti e Riflessioni  / PERFORMANCE MANAGEMENT: VOLO O CROCIERA? – Il feedback – Parte seconda

PERFORMANCE MANAGEMENT: VOLO O CROCIERA? – Il feedback – Parte seconda

“Scusi, ma sa nella nostra azienda non c’è ancora una cultura del feedback, quindi niente 360° o cose simili, andiamo per gradi”. Quante volte, alla faccia della disruption richiesta a noi HR e HR advisor, abbiamo sentito nelle aziende del nostro paese questa frase raggelante dalla bocca di qualche membro del CdD? D’altro canto è una realtà: italiani, grandi storyteller ma scarsi feedbacker. E aggiungiamo, anche poco avvezzi a ricevere il feedback o a richiederlo.

Bene, allora partiamo da qui, dalle fondamenta, dal feedback, perché le culture si cambiano a piccoli passi e gli elefanti non si possono mangiare in un sol boccone.

Innanzitutto dare feedback è fondamentalmente una questione di ASCOLTO: se dobbiamo dare suggerimenti per cambiare, l’altro deve riconoscere in noi una fonte autorevole, ma soprattutto un buon ascoltatore.

E per ascoltare bene dobbiamo seguire qualche regola, come ci suggeriscono Jack Zenger e Joe Folkman:

  • Non basta stare in silenzio a sentire l’altro che parla, bisogna creare un dialogo ponendo domande che delicatamente scalzino le consolidate convinzioni dell’altro e gli/le facciano capire che abbiamo bisogno di altre informazioni per capire meglio
  • Bisogna creare un ambiente protetto dove ci si possa aprire e parlare senza timore
  • Nessuna delle due parti deve mettersi sulla difensiva e non mollare la propria posizione: non stiamo negoziando ma cercando collaborazione reciproca
  • Dobbiamo diventare dei trampolini da cui le idee altrui, rimbalzando, si amplifichino, acquistino slancio ed energia, diventino più chiare.

To be continued…

 

Barbara Demichelis

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.