Formazione

Change management, Innovazione, Forever Young, Speedy Mail, Efficacia della comunicazione, Customer Experience, Cross-cultural communication, Team building ,WOW – Why of Work Wikitraining…
Scopri di più

MANAGEMENT DEVELOPMENT / LEADERSHIP

Il Leader Straordinario, Leadership Lever, The Extraordinary Coach, The Inspiring Leader, Speed…
Scopri di più

ORGANIZATIONAL CONSULTANCY

Strategy Development, Analisi e miglioramento dei Processi, HR Strategy and Management, Welfare…
Scopri di più

Selezione e Assessment

Recruiting, Selezione, Scouting, Career Counseling e Outplacement, Temporary Manager…
Scopri di più

Assessment

Assessment Center, Original Skill, 360° Zenger Folkman…
Scopri di più

Coaching

Executive coaching.
Scopri di più

Instagram @iocapsrl
Sorry, no posts matched your criteria.

Search
TOP
ASPETTANDO JOE FOLKMAN A MILANO - Parte seconda - Iocap - People Empower Business
13799
post-template-default,single,single-post,postid-13799,single-format-standard,eltd-core-1.1.1,awake-ver-1.1,eltd-smooth-scroll,eltd-smooth-page-transitions,eltd-mimic-ajax,eltd-grid-1200,eltd-blog-installed,eltd-default-style,eltd-fade-push-text-top,eltd-header-standard,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-menu-item-first-level-bg-color,eltd-dropdown-slide-from-left,eltd-,eltd-fullscreen-search eltd-search-fade,eltd-side-menu-slide-from-right,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Blog

Iocap - People Empower Business / Non categorizzato  / ASPETTANDO JOE FOLKMAN A MILANO – Parte seconda

ASPETTANDO JOE FOLKMAN A MILANO – Parte seconda

Nell’aprile del 2014 John Kotter pubblicava “Accelerate!”.  Professore Emerito dell’Harvard Business School ed illustre voce internazionale di leadership e change, Kotter cercava allora una soluzione efficace che consentisse alle aziende di rimanere competitive nel bel mezzo del sovvertimento e della costante turbolenza imposti dall’innovazione. Condizione apparentemente impossibile per tutte le aziende che, avendo oltrepassato lo stadio di start-up, hanno come mantra l’ottimizzazione, l’efficienza, il risk-averse piuttosto che l’agilità strategica.

Le gerarchie e i processi manageriali, affermava Kotter, sono fondamentali per la gestione ma non sono sufficienti a scorgere per tempo rischi ed opportunità e quindi a formulare ed implementare iniziative strategiche creative con la velocità richiesta.

La sua originale soluzione era la creazione di un “dual operating system”: due sistemi che operano internamente all’azienda in concerto fra loro, il primo per l’operatività appunto, il “qui e ora”, il secondo per il disegno e la realizzazione delle strategie attraverso una struttura a network, in costante comunicazione con il primo e con l’esterno dell’organizzazione, composta da volontari provenienti dalle varie funzioni e ruoli aziendali.

Cambiando paradigma e atterrando dalla galassia Azienda al pianeta Individuo, Jack Zenger e Joe Folkman invece hanno esplorato la selva, non oscura ma complessa, dei comportamenti organizzativi e dei fattori distintivi di una leadership che ottemperi velocità e qualità.

Fra questi spicca guarda caso la comunicazione efficace: quando i leader fanno in modo che tutti capiscano (non solo ricevano) la direzione, quali opportunità e quali rischi debbano essere colti ed affrontati, la velocità e la qualità aumentano in modo esponenziale.

Un altro fattore distintivo è il coraggio di cambiare: i leader con alti livelli di velocità e qualità d’azione sanno interpretare il ruolo di champion del cambiamento rispetto ai leader lenti e che si accontentano di mediocri risultati che la frenano, per sé e per gli altri.

STAY TUNED per scoprire gli altri comportamenti distintivi scoperti da Joe Folkman e Jack Zenger…

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.